Alcuni cenni sui nostri maggiori successi
   
grafik
   
 
nachzuchtbeurteilung “Tutte le cose fatte col cuore portano prima o poi al successo”.
• Fino ad oggi, 20 giugno 2003, per quanto ne sappiamo, tutti i 36 cani da noi allevati e i loro genitori sono in buone mani ed in ottima salute. Inoltre, TUTTI i cani sono stati controllati per displasia all’anca, e tutti i proprietari, eccetto uno, si sono presentati al controllo attitudinale e comportamentale di standard e di razza nelle scadenze prefissate (Nachzuchtbeurteilung). Per questo motivo ringraziamo tutti i singoli proprietari dei nostri cuccioli.
3 jugendchampions liegend
• All’inizio della nostra attività, eravamo gli unici allevatori ufficiali della razza Hovawart in tutta la Carinzia. Prima di aver fatto nascere la nostra prima cucciolata, abbiamo passato anni a scambiarci informazioni ed esperienze con altri cinofili appassionati. Inizialmente, solo poche persone conoscevano questa razza in Carinzia, abbiamo quindi dovuto percorrere lunghe distanze per avere scambi d’informazione per approfondire le conoscenze sulla razza. Dopo tutte queste meticolose preparazioni, è arrivata la nostra prima cucciolata con pieno successo. Successivamente, la voce si è sparsa in modo tale che la sede Carinziana della ORF (la radiotelevisione nazionale austriaca) ha presentato un servizio televisivo sulla razza e su la nostra cucciolata. Fra le varie cose, hanno mostrato il filmato con la prima uscita dei nostri 11 cuccioli dalla lettiera materna al giardino della libertà. Solo qualche mese dopo, tre Hovi di questa cucciolata hanno vinto il titolo di “Campione Giovanile Austriaco”.
     
rüffel mit fischer
• Solo poco tempo dopo, il nostro “padrino” Rüffel - il nostro primo Hovawart- ha interpretato la sua prima parte in un film con un’apparizione come cane poliziotto a fianco dell’attore Ottfried Fischer. È bastato soltanto un ciak, e oltre al suo ingaggio ha ricevuto un arrosto di manzo senza spezie.
• Il “Klubsiegerschau” (letteralmente “Lo Show del Club dei Vincitori”) è la più grande e più importante manifestazione dell’anno in cui partecipano esclusivamente Hovawart. Sin dall’inizio della nostra attività come allevatori, ogni anno almeno un cane, se non addirittura due “del Giardino della libertà”, hanno sempre vinto il titolo Klubsieger. In queste manifestazioni, Ernst Primosch con il suo cane BONO del Giardino della Libertà si è fatto una carriera di tutto rispetto e che ha mantenuto nel corso degli anni successivi. Grazie alla sua costanza e disciplina nel seguire i programmi di training, ne è venuto fuori un IRON DOG che ha appagato entrambi gli sforzi sostenuti. Purtroppo nel Klubsiegerschau del 2002, Bono è stato morso ad una zampa da un cane un po’ meno gentile cosicché non è potuto entrare nel ring per l’esibizione per la ferita riportata, ma l’anno seguente è ritornato al successo.
1998: fondazione dell’allevamento “del Giardino della Libertà”
1999: BONO: Klubjugensieger (Campione giovanile)
1999: BÖRTE: Klubjugensieger (Campionessa giovanile)
2000: BONO: Klubsieger (Campione assoluto)
2001: BONO: Klubsieger (Campione assoluto)
2002: BÖRTE: Klubsieger (Campionessa assoluta)
2002: Zuchtgruppensieger (Miglior gruppo d’allevamento)
2003: BONO: Klubsieger (Campione assoluto)
2003: Zuchtgruppensieger (Miglior gruppo d’allevamento)
  • Barbara, che abita in Svizzera con il suo cane BYRON del Giardino della Libertà, ha avuto molto fiuto quando ci ha consigliato di partecipare alla più grande esposizione mondiale di Hovawart in Aarau (Svizzera). È stato un trionfo. Grazie Barbara.
3er foto sitzend
• All’età di 11 mesi, si sono incontrati BONO, BYRON e BISBEE nel giardino di Bono. Casualmente un fotografo era presente e ci ha convinto di scattare delle foto a tutti e tre i cani. Le foto che sono successivamente venute fuori, sono state spedite a Barbara in Svizzera in modo di farla contenta. Lei però ci ha contraccambiato con gli interessi perché ha avuto la solerzia di spedire queste foto all’autrice Susanne Kerl, molto conosciuta nell’ambiente cinofilo come giornalista per alcune autorevoli riviste del settore e che ha anche pubblicato due libri sugli Hovawart. Una di queste foto gli era talmente piaciuto che ha pensato di inserirla in un suo libro. Ci siamo riusciti appena in tempo perché il libro era già in tipografia pronto per essere stampato.
Pagina 89, “Der Hovawart”, Susanne Kerl, Müller-Rüschlikon-Verlag
Grazie a tutti coloro che hanno collaborato!

• Uno dei più bei momenti è stato anche quando il dottor Volker Wienrich, veterinario e pioniere per quanto concerne la conoscenza dei Hovawart sulla quale razza ha pubblicato anche un libro, è venuto in Austria nelle vesti di giudice per la prima volta. Per mezzo del suo libro avevamo scoperto l’esistenza di questa razza per la prima volta, e, quindi, iniziato ad amarla. Le caratteristiche del Hovawart che il libro descriveva, delineava un cane d’utilità dall’aspetto tipicamente rustico, possente e sicuro di sé, che si avvicinava moltissimo alla nostra immagine di cane ideale. Ci teniamo a sottolineare che non abbiamo mai seguito i trend o le mode, ma abbiamo sempre seguito la nostra immagine ideale di come deve essere il Hovawart. Quando in seguito, diversi cani provenienti dal nostro allevamento sono stati apprezzati dal dottor Volker Wienrich, ci siamo resi conto di essere riusciti nel nostro intento di avvicinarci a quell’immagine ideale prefissato. Si è chiuso così un cerchio.

È riportato qui sotto l’elenco dei cani vincitori con il relativo giudizio:
CLYDE: classe giovani – V1 miglior cane giovane maschio
BALOO: classe cane da lavoro – V1 CACA
CILI: classe giovani – V1 miglior cane giovane maschio
MAGGI v. den Hanseaten: classe aperta – V1 CACA CACIB
BISBEE: classe cane da lavoro – V1 CACA CACIB

• Quando si ha un allevamento di cani, si deve anche avere l’accortezza di documentare il tutto. Noi finora, abbiamo riempito ben 40 album con fotografie. Nel 2002 abbiamo spedito ad un concorso fotografico nazionale del ÖKV (corrisponde all’ente nazionale cinofilo per l’Austria) le nostre migliori foto e abbiamo vinto il primo premio nella categoria “cane e lavoro” e il secondo premio nella categoria “cane e famiglia”.
UH Nr. 11/Novembre 2002, Pagina 14
UH Nr. 12/Dicembre 2002, Pagina 10
Siccome con la spedizione di queste foto abbiamo ceduto i nostri diritti di autore delle stesse, abbiamo potuto ammirare, per esempio, la foto di BISBEE con il cappello di laureando nella rivista UH.
UH Nr. 4/Aprile 2003, Pagina 74
Oltre questo, hanno pubblicato anche la foto di CILI sulla copertina della rivista austriaca “Hovi-News” edizione 1/03 e BÖRTE sulla copertina della rivista tedesca RZV-Magazins “Der Hovawart” edizione luglio 2002.
• Per la rabbia nei confronti di coloro che speculano sui cani meramente per scopi di lucro, ho scritto l’articolo “Giocattoli pericolosi per cani” per la rivista UH senza chiedere nessuna retribuzione. È stato pubblicato nell’edizione N.10 ottobre 2002, pagina 68-69.
• Nel maggio 2003, BONO del Giardino della libertà è riuscito ad essere il primo Hovawart allevato in Austria a conquistare il titolo IHF-Champion, quando al Klubsiegerschau ha trionfato diventando per la terza volta campione assoluto.
     
• Il 31 maggio 2003 la nostra “Famiglia del Giardino della Libertà” ha conquistato il titolo Campionessa del Mondo (BONITA) e vice Campionessa del Mondo (BISBEE). Anche gli altri cani “del Giardino della Libertà” hanno ricevuto ottimi giudizi. Il meccanismo dei preparativi ha funzionato al meglio. Ogni singolo proprietario ha contribuito nel far sì che tutto andasse per il meglio. Sono state sfruttate al meglio le singole capacità organizzative, per esempio qualcuno si è occupato di pianificare la strada da percorrere, qualcun altro ha pensato alle prenotazione dell’albergo in una zona verde, alle fotografie, ecc. ecc. Così siamo riusciti ad eliminare eventuali svantaggi che ci potevano essere causati dal lungo viaggio o quant’altro correlato. In questa maniera siamo riusciti a far coesistere in modo funzionale due branchi – un branco di persone e un branco di cani – e hanno raggiunto un ottima intesa. Questo è stato finora il culmine del nostro cammino…..
• Negli anni 1999, 2001, 2002 la nostra femmina di Hovawart BISBEE è stata la Campionessa del campo d’addestramento per Pastori Tedeschi che frequentiamo, sbaragliando i tanti concorrenti nella disciplina BGH 1 (molto buono) FH 1 (eccellente), FH 2 (eccellente).
Nel corso degli anni, Karin si è incaricata gratuitamente di tenere dei corsi d’addestramento aperto a cani di tutte le razze.

“Gli anni insegnano così tanto che i singoli giorni non riusciranno mai a saperlo”
     
P.S. Sui futuri progetti non facciamo alcun accenno fino a quando non saranno definitivi.
     
   
indietro